Blog: http://Ilpostodellefragole.ilcannocchiale.it

R E S I S T E N Z A

Il declino nazionale prosegue senza sosta.
In questo ultimo periodo, qualsiasi sia la trasmissione che guardo, devo cambiare canale.
Tutto mi sdegna.
I fucili di Bossi, Alemanno, le croci celtiche che sventolano, la prola "patriottismo" ripetuta compulsivamente.
Siamo rimasti in pochi, o forse lo siamo sempre stati, c'è poco da fare, e forse anche poco da disperarsi.
C'è da fare fronte comune, stare stretti stretti per ripararsi dal gelo come quei tipi che precipitarono sull'Himalaya, possibilmente cercando di non mangiarci tra di noi, ecco.
C'è da stare appiccicati, e non dispenderci, e tirarci pacche sulle spalle e dirci "arriveranno tempi migliori", anche se poi sappiamo che questi tempi non arriveranno mai.
Questo è stato il mio 25 Aprile, in una strada chiusa a Pistoia, trecento persone a pranzo incuranti del tempo nevrastenico, che sotto la pioggia cantavano "Il cielo è sempre più blu".
Domani è primo Maggio.
Resistenza.
Queste sono le nostre feste.
Quel rotto in culo di Dell'Utri non ce le porterà via.



E nemmeno questi altri, di rotti in culo.
Spero che Alemanno vi si ingroppi la mamma.
Una a una.
Abbiamo trasmesso: Lezioni di Galateo, Numero Uno


Pubblicato il 30/4/2008 alle 11.22 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web