.
Annunci online

Nihil est magnum somnianti
Se la Chiesa non fa più, mai, il suo dovere.
post pubblicato in Diario, il 2 dicembre 2008


Bisognava che trovassi il modo di segnalare, nonostante le compagnie telefoniche tutte tentino sistematicamente di boicottarmi (sono probabilmente controllata dalla C.I.A.), l'abominio della notizia di oggi. Protagonista come sempre il Vaticano che, non si sa con quale faccia, si oppone all'iniziativa presa dalla Presidenza dell'Unione Europea di depenalizzare l'omosessualità, ancora oggi considerata reato in molto paesi e, in alcuni casi, punita addirittura con la morte.
Secondo Monsignor Celestino, la valenza politica di questa depenalizzazione, che serve in realtà soltanto a salvare dalla galera -e dalla morte- persone che hanno l'unica colpa di avere preferenze sessuali ancora non socialmente sdoganate, avrebbe lo scopo di mettere alla gogna tutti quei paesi che non riconosceranno le unioni omosessuali come unioni di fatto.
L'obiettivo nascosto sarebbe quello di prenderla larga per cercare di equiparare le unioni gay ai matrimoni tra uomo e donna -abominio!!- e portare, di conseguenza, alla sparizione della famiglia così come inizialmente concepita da Dio (ma quando?) e, conseguentemente, all'estinzione della specie.
Più volte ho parlato di quanto io detesti la Chiesa, il Papa, le istituzioni religiose e non.
Ma tutto ciò è inaudito, insopportabile, inqualificabile, e che un organo come la Chiesa, che teoricamente dovrebbe avere i propri principi fondanti nella misericordia e nella carità, percepisca come priorità assoluta quella di difendere un dogma e non di salvare una qualsiasi persona, lo trovo inconcepibile.
Ci sono dei principi di incostituzionalità in queste idiozie?
Io credo di sì.
Sono pronta a firmare per lo smantellamento immediato del Vaticano.



permalink | inviato da ilpostodellefragole il 2/12/2008 alle 12:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
Sfoglia novembre        gennaio
calendario
adv